Le Pagelle di Luno Bronghi – 12′ Giornata

"A volte ritornano", diceva qualcuno… E' con immenso piacere che Luno Bronghi, dopo aver impastato mezzo chilo di pittule in quel di Livorno, si appresta a stilare per la prima volta in stagione le sue amate pagelle. Ma le completerà solo dopo l'Epifania, a Firenze…

GALLICCHIO:  VOTO 5,5

E' un Gallicchio super impegnato a massaggiare muscolosi cestisti brindisini quello di questa stagione. La Serie A Green sembra non attizzarlo pìù ed infatti invia la formazione di giornata con ben due giorni di anticipo. Finalmente Cole in tribuna, mentre Borja Valero sembra non essersi per niente ambientato a Novoli: si prospetta una sua cessione eccellente a Gennaio?

BARBARO:  VOTO 5,5

Pete quest'anno fa di nuovo sul serio. Dopo la roboante vittoria contro il Curtale, altri 3 punti per riprendersi la vetta della classifica. Questa volta Nainggolan non garantisce il bonus capitano, mentre Marchetti è la lezione di giornata per gli altri mister: il portiere di riserva serve eccome!


BARTOLOMUCCI: 6

"Il pranzo per farli conoscere". No, non è il remake del film di Pupi Avati, ma il banchetto a suon di gol che il presidente pontino ha organizzato per il suo avversario di giornata, nientepopodimeno che Totò Alaimo. E Sasà conosce la classe di Vazquez, il colpo di testa di Tonelli e l'opportunismo di Tevez. E piange lacrime amare. Potrebbe anche conoscere la potenza di Obiang, ma Bart gli risparmia l'onta del quinto gol.

ALAIMO:  VOTO 6

Il weekend parte male, con le mosse a sorpresa di Zeman e la conseguente panchina per Crisetig. Nessuno dei panchinari prende voto e l'inferiorità numerica della squadra siciliana rende il match meno interessante rispetto alle attese. Non bastano i soliti Dybala e Gabbiadini alla ex capolista: a Totò non resta che godersi il pranzo domenicale a casa di un gongolante Bartolomucci.


BRINDISINO D.:  VOTO 7

Finalmente un match affrontato da Curtale: il toscanpontino cambia capitano all'ultimo e Llorente lo premia con un gol di rapina, Mertens si sblocca su rigore e che dire di Felipe Anderson, mattatore contro il Cusci. Forse il vento è girato, e il mulino comincia a macinare…

LORUSSOVOTO 6

Lorusso si affida all'attacco del Napoli per avere la meglio del Curtale. Zapata e Higuain fanno il loro, ma non basta. E quel gol di Rossettini in panchina sa di beffa…


SIMONETTI:  VOTO 6

Marcello vuole fermare il Terlizzi in tutti i modi, e ci riesce. Poteva addirittura aggiudicarsi la posta piena se solo avesse azzeccato il modulo: un attaccante di troppo. Danilo prestito goleador serve per pareggiare e per limitare il Lupiae.

MEMOLA: VOTO 6,5

Paolo quest'anno si diverte a suon di prestiti. Lo immaginiamo tuffarsi nelle casse del Terlizzi come Zio Paperone nel suo deposito. Ma prima o poi la Banda Bassotti o la fattucchiera Amelia potrebbero materializzarsi, quindi occhio.


TEDONE: VOTO 5,5

Mario Gomez è ormai un incubo, per fortuna Denis è in giornata di grazia e il mister barese può trascorrere un Natale tranquillo. Grandi festeggiamenti per questa vittoria che mancava da troppo tempo.

CORASANITI:  VOTO 4,5

Schiera le 3 punte nonostante Zeman decida di lasciare Farias in panchina. Cagliari-Juventus era il primo match di giornata e si poteva correggere la formazione in corsa, i titolari per cambiare modulo in panchina c'erano.


BRINDISINO L.:  VOTO 5

Giocare con un uomo in più non sarebbe comunque servito: la mossa Savic capitano salva il veterano, consentendogli di mettere in cascina un punto insperato vista l'inferiorità numerica in attacco. Ancora soldi nelle casse del Lupiae con la strategia dei prestiti, ma questa volta Danilo era l'attaccante che serviva.

TARANTINO:  VOTO 2

Eccola la vittima dei primi bagordi natalizi. Impossibilitato a consegnare per oscure motivazioni, Tarantino strappa comunque un punto in casa del Lupiae, in attesa di poter finalmente schierare nel 2015 Maurito Icardi.


LINCIANO:  VOTO 6,5

Si copre in difesa con il prestito, anche se non è necessario, ma i dubbi alla vigilia erano troppi. L'ammonizione a Marquez risulta però decisiva: Memola l'aveva istruito bene.

MANGIA: VOTO 6,5

Un buon punto in casa del Mojito, poteva scapparci la beffa al novantesimo. Gervinho saluta i verdemimetici con una buona prova, Rigoni ormai è una certezza. E il pupillo Kone sembra essere in ripresa…


DI TONDO: VOTO 5

Schiera le due punte nonostante un Morata in panchina ed un Ibarbo a mezzo servizio ma gli va di lusso, nonostante il bonus capitano mancato: Kovacic si inventa l'eurogol e Del Boskov porta a casa i tre punti.

SERGI: VOTO 4

Vale quanto detto per Corasaniti: l'inferiorità numerica causata da Pogba costa un punto in classifica. In ogni caso non convince la scelta di schierare Ceppitelli e non Cesar. Sbaglia anche a preferire Sorrentino a Bizzarri. Natale da incubo.

 

filini 12

2 pensieri riguardo “Le Pagelle di Luno Bronghi – 12′ Giornata

  • 8 Gennaio 2015 in 20:01
    Permalink

    libidine coi fiocchi, che bello rivedere le VERE pagelle di Torgio, domani mi toccherà solo aggiornare la classifica dei mister…LUNO IS BACK!?

    😉

  • 9 Gennaio 2015 in 13:18
    Permalink

    Ecco Luno finalmente sei tornato…mi serviva qualche schiaffetto correttivo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.