Risultati 30ª Giornata Serie A Green 2018/19

71,5 EAGLES – CELTIC 69 2-2 Aina,Brozovic (E) – A.Gomez 2 (C) 
66 LABBARI – CUSCI 64 2-1 Masiello,Perisic (L) – Ghoulam (C)
69 CURTALE – DOMINGO 62,5 2-1 Santander 2 (C) – Mertens (D)
71 DELINQUERE–ACAB 74,5 2-3 Calhanoglu,Mandragora (D) – De Silvestri,Pavoletti,Traorè H.J. (A)       
55 TERLIZZI – FLIPEER 63,5 0-1 De Maio (F)   
77 PIGNA – MOJITO 67,5 3-2 Defrel 2,Vicari (P) – Kessiè 2 (M)   
76 AMICI – WAILERS 72 3-3 Caprari 2,Pasalic (A) – Immobile 2,Perotti (W)    
67,5 LUPIAE – STAR17 66,5 2-2 Nainggolan,F.Ruiz (L) – I.Falque,Duncan (S)

2 pensieri riguardo “Risultati 30ª Giornata Serie A Green 2018/19

  • 28 maggio 2019 in 08:37
    Permalink

    Chiudiamo con una vittoria di forza, in 9 uomini. Abbiamo schierato la miglior formazione possibile, peccato aver rovinato all’ultima giornata la statistica che ci vedeva sempre con 11 uomini in campo per tutta la stagione. In ogni caso siamo abbastanza soddisfatti della nostra annata: l’ennesima Champions e un buon quinto posto per confermarci ancora una volta nella Serie A Green che conta!

  • 28 maggio 2019 in 22:12
    Permalink

    Nota Atletico Domingo Gemelli Diversi:

    “Ringraziamo i nostri ragazzi, il mister, Bippo Paudo, ma soprattutto il vice DT Alaimo per la stupenda stagione che ha reso orgogliosi milioni di tifosi partenopei e agrigentini, uniti da agosto in un solo abbraccio. La nostra vittoria è senza alcun dubbio la riuscitissima iniziativa Green M.A.P.S. : dentro e fuori il rettangolo verde abbiamo dimostrato la fattibilità di un ponte fantamicale tra due ‘apparenti’ opposte fazioni capaci di architettare un progetto tecnico solido e con valori ben precisi. Un mix di giovani affamati coadiuvati da una solida base di bandiere ha saputo rappresentare lo spirito calciofilo tipico dell’Akragas associandolo alla domenghina inclinazione alle fatiche al di là del risultato.
    Siamo dunque felici, vogliosi di rimetterci presto in gioco alla ricerca di nuovi prospetti utili alla causa.
    Abbiamo stupito i soliti scettici sin dalle prime battaglie, vinte grazie alle sortite dei Mancini, i Malcuit, i Palomino e ancora i Benassi, i Castro, i Saponara e i Ciano; proseguendo a lottare con il Duca Zaniolo, con Krunic, Destiny Milik e soprattutto grazie al capitano diavolo indomabile Dries Magic Mertens; infine abbiamo sognato fino allo scadere dei tempi regolamentari con la vera essenza del bippopensiero tale Olivander Orsolini. Non è bastato, ma il finale resta un Gran finale.
    Il cammino fatto insieme resterà scolpito nella nostra memoria…ne siamo certi.
    Ai prossimi sogni e sempre Forza Domingo perché…”

    L’Essenziale è non retrocedere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine