Il Punto di Torgio: speciale mercato di riparazione invernale

Sette spose per uno scudetto

Come si sono rinforzate le pretendenti al titolo nel mercato invernale? Quali sono stati i migliori innesti nella lotta salvezza? Scopriamolo nel Punto di Torgio Giosatti.

WAILERS.

I geni della truffa.

Tarantino e Calò non ne fanno mistero: i Wailers trattano solo se la bilancia pende apertamente a loro favore. Un outing che non ha certo funzionato da operazione simpatia e che ha generato diverse conseguenze. I rivali del Terlizzi, ad esempio, hanno preferito cedere la precedenza in difesa al Curtale per 50mld piuttosto che accettare i 150mld gialloblu. Curtale che, nel frattempo, aveva dato loro una lezione di sciacallaggio rifilando Douglas Costa, eterno degente, per 250mld. Persino il Lupiae era riuscito a farli indietreggiare con la coda tra le gambe, dopo che avevano provato in tutti i modi ad ottenere Perin e Spinazzola offrendo in cambio solo un Godin prossimo al pensionamento. Chi invece è cascato in pieno nel raggiro copertinese è stato il povero Domenico Sergi, abbagliato dalle sirene rossonere di Leao per il quale ha ceduto una delle sorprese del campionato, Boga, nonché sicura plusvalenza. Un colpo a sorpresa arrivato dopo l’asta e che probabilmente ha reso vani i 300mld spesi dai Wailers per Iago Falque e che, magari, potevano servire a colmare l’evidente lacuna presente tra portiere e difesa, unico vero limite per lo scudetto.

ACQUISTI: Tonelli (d, 2), Yoshida (d, 11), Soumaoro (d, 4), D.Costa (c, Curtale, 250), I.Falque (a, Mojito, 300), Boga (a, Delinquere)

CESSIONI: Murillo (d, 0), Ferrari (d, 3), Tomovic (d, Curtale, 3), Locatelli (c, Curtale), Piatek (a, 0), Leao (a, Delinquere)

MLD RIMASTI: 56

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Berisha, TONELLI, Igor, Romagna; Lazovic, Zielinski, Schone, Sema; Lukaku, Rebic, BOGA.

3-4-3 Letica, G.Ferrari, Reca, Godin, D.COSTA, Allan, Djuricic, Perotti, FALQUE.

FLIPPER

Posci posci popopò.

Bagnato. Difficile definire diversamente il mercato del Flipper dopo i fiumi di lacrime versati nel pre asta a causa dell’affaire Colombi. Rimasto senza l’infortunato portiere Sepe, infatti, Mangia aveva avuto la fortuna di ritrovarsi Radu in rosa, passato proprio dal Genoa al Parma, ma ancora da inserire nei meccanismi ducali a vantaggio del terzo portiere Colombi, svincolato. La pretesa del manager salentino di averlo lasciato a 1mld, nonostante i molti denari in cassa e la posizione in classifica tutt’altro che compassionevole, è parsa dunque fuori luogo. Accanirsi sulla concorrenza additandola di scarso fair play significa forse voler fare un fantacalcio meno competitivo della Serieagreen, dove comunque Colombi gli è stato lasciato a prezzo di costo per lasciarlo sguazzare nella vergogna, facendo giustamente passare in secondo piano anche l’acquisto di Barrow.

ACQUISTI: Colombi (p, 1), Mbaye (d, 9), Tameze (c, 5), Barrow (a, 733)

CESSIONI: Jandrei (p, 1), Adjapong (d, 1), Anderson (c, 1), La Mantia (a, 0)

MLD RIMASTI: 150

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Radu, Acerbi, Faraoni, Murru; De Roon, Freuler, Kucka, Lazzari; BARROW, Lapadula, Sanchez.

3-4-3 COLOMBI, Alves, Toljan, MBAYE, Malinovsky, Pasalic, Di Francesco, Sanabria, Pinamonti.

MOJITO.

Bombe a centrocampo

Chi si aspettava la scalata a Ibra da parte del Mojito sarà rimasto deluso. Alla fine Linciano trova l’accordo con Memola e la chiave di volta si chiama Marco Mancosu, capitano del Lecce e autore fin qui di un’ottima stagione fantacalcistica. I tifosi neroverdi si sono però ben consolati: il secondo nome più appetibile di questo mercato invernale, Eriksen, è comunque approdato a Lizzanello. Dispiace per lo sfortunato Pavoletti, acquistato per 120mld e subito rifattosi male al ginocchio in circostanze quantomeno bizzarre. Sarebbe potuta essere l’arma in più per la rincorsa primaverile a quello scudetto che per il Mojito sta diventando un’ossessione ma che ad oggi resta perfettamente concretizzabile.

ACQUISTI: Begovic (p, 1), A.Donnarumma (p, 1), Mancosu (d, Terlizzi, 250), Eriksen (c, 779), Pavoletti (a, 120)

CESSIONI: Reina (p, 0), Guerrieri (p, 1), Badelj (c, Lupiae, 21), Suso (c, 0), I.Falque (a, Wailers, 300)

MLD RIMASTI: 250

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Donnarumma, Castagne, Mancini, Hateboer; ERIKSEN, MANCOSU, Milinkovic-Savic, Under; Orsolini, Falco, Ilicic.

3-4-3 BEGOVIC, Lucioni, Gagliolo, Marlon, Fazio, Zaccagni, Pessina, Berenguer, Defrel.

TERLIZZI

Strategia d’autore

Paolo Memola non si risparmia e muove mari e monti nel pre asta per essere sicuro di riuscire a tesserare Ibrahimovic. “Corrompe”, per così dire, il competitor Mojito offrendogli un Mancosu che proprio non poteva rifiutare a un prezzo tutt’altro che esoso e svende la precedenza in difesa al Curtale portandolo dalla sua parte nel tentativo di non far fluire denari nelle casse degli altri concorrenti. Strategia d’autore da manager fantacalcistico cinico e consumato, che si fa beffe della macchina del fango ordita contro di lui ed ora si gode le gesta del bomber di Malmoe che, insieme al rinnovato Politano partenopeo, potrebbe essere il rinforzo giusto per cucire finalmente il tanto agognato scudetto sulle maglie azzurrogranata.

ACQUISTI: Bremer (d, Curtale), Shakhov (c, Lupiae), Ibrahimovic (a, 912)

CESSIONI: A.Rodriguez (d, 50), Mancosu (c, Mojito, 250), Mandzukic (a, 0)

MLD RIMASTI: 693

LA DICHIARAZIONE: “Ibrahimovic doveva essere e Ibrahimovic è stato”.

L’11 tipo: Lopez, De Vrij, Hernandez, Pezzella, Rrhamani; Kluivert, Ramsey, Soriano; IBRAHIMOVIC, Higuain, Politano.

4-3-3 Fuzato, Izzo, Chiellini, Sabelli, Traorè, Duncan, Bisoli, Lasagna, Esposito.

LABBARI

Speranze sudamericane

Marco Tedone non è un manager che si sbilancia, anche se stavolta forse avrebbe potuto (o dovuto?). Dopo l’assenza nel mercato di novembre che aveva ritardato tagli come quello di Zappacosta ma risparmiato nomi quali Schouten (una sorpresa, non c’è che dire) e Tupta, poi rivelatosi precedenza in attacco, per l’assalto al titolo il Labbari innesta solo rinforzi di secondo piano, recitando il ruolo di comparsa sia nel mercato interno che in quello esterno. Il mezzo flop di Balotelli avrebbe suggerito forse una maggiore decisione specialmente per gli obiettivi in avanti, pochi e costosi. Alla fine è arrivato Perez, oggetto misterioso insieme a Dominguez: dall’esplosione di questi due sudamericani dipenderanno molte delle speranze baresi di rimanere attaccati al treno scudetto.

ACQUISTI: Masiello (d, Delinquere, 20), Luperto (d, 1), Dominguez (c, 7), B.Valero (c, 28), Perez (a, 346)

CESSIONI: Klavan (d, Delinquere), Zappacosta (d, 1), Dzemaili (c, 0), Pastore (c, 5), Tupta (a, 0)

MLD RIMASTI: 387

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Gollini, Manolas, Radu, Zapata; Brozovic, De Paul, Kessie, Poli, Saponara; Balotelli, Belotti.

3-5-2 Sportiello, Maksimovic, LUPERTO, Biraschi, DOMINGUEZ, Gagliardini, Schouten, PEREZ, Zaza.

CUSCI

Scrivere la Storia

Il Cusci è ancora oggi la squadra ad aver totalizzato più punti fantacalcistici e resta a buon diritto tra le candidate alla vittoria finale. Il mercato invernale rossoverde ricalca bene o male quello autunnale: tre innesti, nessuna follia e probabilmente poca possibilità che questi incidano sulle scelte dei titolari. La struttura della squadra permane però importantissima, soprattutto a centrocampo dove Vito Lorusso ha l’imbarazzo della scelta e, attenzione, anche dell’errore. E se Dybala manterrà le promesse di goleador con cui ha ingolosito tutta la Basilicata fin qui ci sono tutte le potenzialità affinché questa franchigia scriva la Storia della Serieagreen.

ACQUISTI: Palomino (d, Delinquere), Dermaku (d, 5), Lagumina (a, 150)

CESSIONI: Pisacane (d, Delinquere), Ghoulam (d, 1), Matri (a, 0)

MLD RIMASTI: 84

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Dragovsky, A.Sandro, Mario Rui, PALOMINO; Gomez, Pjanic, Betancur, Castrovilli, Ramirez; Dybala, Milik.

3-5-2 Buffon, Kjaer, Djimsiti, Iacoponi, Ansaldi, Benassi, Medel, Donnarumma, LA GUMINA.

ACAB

Basterà il bloco Napoli?

Rispetto all’autunno Marco Gallicchio deve fare i conti con i continui infortuni in attacco tanto dei titolari Caputo e Quagliarella, quanto delle riserve Babacar e Farias. L’arrivo di Bonazzoli non sembra offrire particolari garanzie e così il cambio modulo, dal 3-4-3 al 3-5-2, appare obbligato. i rinforzi, infatti, sono arrivati soprattutto in mediana con il blocco Napoli Demme-Lobotka a offrire quantità e qualità e l’impronunciabile milanista Saelemaekers a dare quel tocco di esotismo e chissà… Finalmente tesserato anche il terzo portiere Turati, i gialloneri appaiono la franchigia forse meno attrezzata tra quelle che possono competere per il primo posto finale, specialmente considerando lo scarso feeling avuto quest’anno da Gallicchio con le scelte di formazione.

ACQUISTI: Turati (p, 1), Demme (c, 111), Lobotka (c, 10), Saelemaekers (c, 151), Bonazzoli (a, 150)

CESSIONI: Russo (p, 1), Sandro (c, 0), Ciciretti (c, 0), Imbula (c, 1), Nestorovski (a, Pigna, 291).

MLD RIMASTI: 429

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Consigli, Bonucci, Skriniar, De Silvestri; Callejon, DEMME, Mkhitarian, Kurtic, Veloso; Caputo, Quagliarella.

3-5-2 Pegolo, Danilo, Cistana, Chancellor, LOBOTKA, Rincon, Mandragora, Babacar, BONAZZOLI.

EAGLES

Eterni incompiuti

Ancora una volta un mercato insipido per le vecchie aquile di Jos Corasaniti, che si limitano a cambiare la precedenza di Lazaro col suo naturale sostituto all’Inter (Moses) e a tesserare il prospetto cagliaritano Pereiro. Gli infortuni di Inglese (campionato finito), Cornelius e Sansone, però, potevano far presagire qualcosa in più. Ma se liberare qualche slot in attacco poteva sembrare, al primo di febbraio, forse un po’ azzardato, certamente ad oggi non sembra risolto l’enigma in difesa, per il quale a Catanzaro si prega per la seconda vita calcistica di Caldara all’Atalanta e la buona salute di Nuytink. Bastos e Vavro, non pervenuti alla Lazio, risultano ancora a libro paga rossoviola e questo è uno dei tanti motivi che ci spingono a precedere l’ennesima stagione anonima per Old Eagles, sempre con un occhio allo specchietto retrovisore.

ACQUISTI: Moses (c, 61), Pereiro (c, 35)

CESSIONI: Lazaro (c, 0), Bessa (c, 0)

MLD RIMASTI: 331

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Sirigu, Gosens, Milenkovic, Caldara; Chalanoglu, Leiva, MOSES, Nandez, Veretout; Simeone, Martinez.

3-5-2 Ujkani, Nuytinck, Barreca, Pajac, Candreva, Meitè, Vecino, Sansone, Cornelius.

DELINQUERE

Addio sogni di gloria?

I trasferimenti di Borini e Caprari, uniti al recupero di Cristante, hanno dato nuova linfa al centrocampo del Delinquere e alle speranze dei tifosi di poter disputare una stagione di vertice. Il milanista di Domenico Sergi, però, lo ha tradito ancora. All’inizio di quest’anno, infatti, il manager calabrese si era ripromesso di non cascarci, acquistando il solo Borini come minima rappresentanza sindacale rossonera che non lo distogliesse settimanalmente dalle scelte più funzionali in ottica fantacalcistica. L’acquisto di Boga a 50mld era stato in tal senso un’intuizione geniale e di sicuro meritevole di nomination per l’oro. Un oro che si è trasformato in papabile legno in un batter di ciglia quando Domenico Sergi si è fatto ipnotizzare dalle spire di Sir Biss Calò e Principe Giovanni Tarantino, che lo hanno convinto all’ennesima crociata meneghina con Leao. Una truffa in piena regola, non c’è che dire, della quale però Sergi deve assumersi piena responsabilità.

ACQUISTI: Pisacane (d, Cusci), Klavan (d, Labbari), Dawidowicz (d, 30), Santon (d, 10), Ceppitelli (d, Star18, 20), Leao (a, Wailers)

CESSIONI: Palomino (d, Cusci), Masiello (d, Labbari, 20), Felipe (d, 2), Martella (d, 2), Mateju (d, Star18), Boga (a, Wailers)

MLD RIMASTI: 192

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Musso, KLAVAN, Koulibaly, Larsen; Barella, Borini, Cristante, L.Alberto; Caprari, Gabbiadini, Zapata.

3-4-3 Nicolas, Ekong, PISACANE, CEPPITELLI, Fofana, Ekdal, Baselli, LEAO, Petagna.

PIGNA

Guardarsi le Spal

Doveva essere certamente un mercato invernale orientato alla salvezza quello del Pigna, ma l’ambiente marchigiano non deve avere certo accolto con particolare entusiasmo i “rinforzi” (virgolette d’obbligo) arrivati anche grazie alla procura ci un non certo disinteressato Curtale. Dario Brindisino non si è certo fatto scrupolo di rifilare a Walter Bucci il pacco Jankto che ha appena perso il posto in favore di Thorsby (accasatosi guarda caso indovinate dove?) e lo spallino Missiroli, che va a rimpinguare la colonia di titolari o prendenti voto dell’ultima in classifica in casa rosanero. Non solo, arriva sempre da Aprilia il consiglio di staccare un corposo assegno di quasi 300mld all’amico Gallicchio per la riserva di Okaka, prosciugando le casse della Pigna e costringendola così a limitarsi all’asta ai soli Paz e Teodorczyk, ultra panchinari, con un Viviano all’orizzonte che non promette nulla di buono in porta. Un Bucci letteralmente preso all’amo causa lontananza geografica e che d’ora in poi farà bene a guardarsi… la Spal.

ACQUISTI: Paz (d, 4), Missiroli (c, Curtale), Jankto (c, Curtale, 84), Nestorovski (a, Acab, 291), Teodorczyk (a, 1)

CESSIONI: Bocchetti (d, 1), Obiang (c, Curtale), Magnanelli (c, Curtale), Boateng (a, 0), Paloschi (a, 2)

MLD RIMASTI: 112

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Handanovic, Gunter, Kyriakopulos, Rossettini, Toloi; Barak, Castro, Jony, Strefezza; Ronaldo, Okaka.

4-4-2, Padelli, Rogerio, PAZ, De Maio, MISSIROLI, JANKTO, Jajalo, NESTOROVSKI, Floccari.

AMICI

Qualità in difesa

Il mercato di Roberto Bartolomucci si è concentrato sin dal pre asta sul reparto arretrato, a cominciare dallo scambio Samir-Danilo col Lupiae che ha portato a Cisterna il naturale sostituto di Cuadrado. Non solo: con Biraghi e Asamoah in rosa, Amici di Moira Orfei non poteva assolutamente permettersi il rischio di lasciare ad altri Young e così ha fatto incetta di priorità difensive con le quali si è accaparrata anche il nuovo terzino titolare del Lecce, Donati. Operazioni costate in tutto circa 250mld e che hanno limitato gli innesti del centrocampo ai soli Valori e Bjarnason, un po’ poco considerando la partenza di Matuidi verso lo Star18. L’impressione è che i pontini non abbiano ancora superato il trauma Kouamè e, nonostante l’immutato assetto 3-4-3, dovranno faticare non poco per raggiungere una salvezza tranquilla.

ACQUISTI: Danilo (d, Lupiae, 60), Young (d, 11+150), Donati (d, 6+25), Valoti (c, 9), Bjarnason (c, 5)

CESSIONI: Samir (d, Lupiae), Lyanco (d, Star18), Ter Avest (d), E.Can (c, 0), Matuidi (c, Star18)

MLD RIMASTI: 248

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Audero, Dalbert, Di Lorenzo, YOUNG, Amrabat, Chiesa, Cuadrado, Verre; Correa, J.Pedro, Pandev.

3-4-3 Joronen, DANILO, DONATI, Romero, Castillejo, Scozzarella, Valoti, Karamoh, Sprocati.

STAR18

Mercato ingiudicabile

Gigi Maggiore ha provato attraverso il mercato di riparazione invernale a stabilizzare un minimo l’andamento da montagne russe avuto dal suo Star18 quest’anno e che, al momento, lo vede poco al di fuori della zona retrocessione. Di certo non si può dire che il post asta sia stato particolarmente fortunato per gli arancioviola, con gli infortuni occorsi a Krunic e Cerri e i cambi sulle panchine di Torino, Brescia e Spal che hanno sconvolto le gerarchie dei vari Djidji, Lyanco, Mateju, Dabo e Murgia. Un mercato che al momento risulta dunque ingiudicabile viste le tante variabili intervenute in corsa e che stanno lasciando col fiato sospeso tutti i tifosi della Grecia Salentina in vista del proseguo di stagione.

ACQUISTI: Lyanco (d, Amici), Venuti (d, 1), Djidji (d, 5), Mateju (d, Delinquere), Matuidi (c, Amici), Krunic (d, Delinquere), Dabo (c, 2), Destro (a, 2), Cerri (a, 71)

CESSIONI: Florenzi (d, 25), Duarte (d, 1), Ankersen (d, Domingo, 3), Ceppitelli (d, Delinquere, 20), Ekdal (d, Delinquere), Valdifiori (c), Biglia (c, 1), Gumus (a, 0), E.Rigoni (a, 2)

MLD RIMASTI: 79

LA DICHIARAZIONE: “Mercato interno oculato e asta attenta al budget ci hanno consentito di integrare tasselli preziosi per la salvezza”.

L’11 tipo: Meret, Kumbulla, Lirola, N’Koulou; Bennacer, DABO, Khedira, MATUIDI, Viera; Immobile, Caicedo.

3-5-2 Ospina, Musacchio, DJIDJI, LYANCO, Bernardeschi, Rabiot, Murgia, Santander, DESTRO.

DOMINGO

Acquisti di prospettiva

Considerato quasi indispensabile l’investimento per De Ligt (ottimo affare a quel prezzo), al Domingo non rimanevano che pochi spiccioli per rimpolpare una rosa che langue nei bassifondi della graduatoria. Certamente non sufficienti per risolvere le problematiche venutesi a creare in attacco con i flop Pedro e Llorente e le incertezze Mertens-Muriel. Allora Marcello Simonetti ha dato fondo alla sua fantasia per portare a Napoli elementi di sicuro spessore tecnico ma dalle garanzie fisiche e di titolarità pressoché nulle come Ankersen, Mattiello, Fares e Salcedo. Questi ultimi due, in particolare, sono reduci da pesanti infortuni ma qualora dovessero recuperare e conquistare una maglia nelle rispettive squadre potrebbero rappresentare delle frecce velenosissime nella faretra azzurroblè in chiave salvezza.

ACQUISTI: De Ligt (d, Curtale, 149), Ankersen (d, Star18, 3), Mattiello (d, 2), Fares (c, 1), Salcedo (a, Curtale)

CESSIONI: Tomyiasu (d, Curtale), Demiral (d, 4), Rugani (d, 1), Younes (c, 1), Pedro (a, 55)

MLD RIMASTI: 225

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Skorupski, Conti, Darmian, DE LIGT, Lu.Pellegrini; Lo.Pellegrini, Tonali, Verdi, Rog; Mertens, Muriel.

4-4-2 Da Costa, Calabria, Ghiglione, ANKERSEN, Cigarini, Elmas, Ionita, Llorente, Vlahovic.

CELTIC

Evitare il tracollo

La stagione del Celtic&St.Pauli ha preso una piega paurosa nel giro di due mesi e Barbaro e Santini stanno facendo di tutto, per ora senza successo, per evitare il definitivo tracollo. Gli infortuni di Sensi e D’Ambrosio, il collasso delle prestazioni (a volte addirittura le panchine) dei vari Ruiz, Romagnoli, Lozano e l’incredibile caso Gervinho, prima partito e poi rimasto fuori rosa a Parma, stanno rendendo le cose complicatissime per la coppia di manager capitolini, costretta spesso e volentieri a giocare con cinque se non addirittura con sei difensori. Il dato che vede i biancoverdemarrò ancorati saldamente all’ultimo posto nei punti totalizzati è indicativo e rappresenta la fotografia perfetta di un’annata dove, al contrario di quanto si potesse pensare, niente sembra andare per il verso giusto.

ACQUISTI: Patric (d, 3), Behrami (c, 3), Spalek (c, 4), Kouamè (a, 19)

CESSIONI: Magnani (d, 1), Berisha (c, 0), Bourabia (c, 1), Thereau (a, 1)

MLD RIMASTI: 194

LA DICHIARAZIONE: “”.

L’11 tipo: Szczesny, Criscito, Smalling, Romagnoli, Felipe, Caceres; Barillà, Romulo, BEHRAMI, Ruiz; Palacio.

5-4-1 Silvestri, D’ambrosio, De Sciglio, PATRIC, Lukic, Parolo, Sensi, Lozano, Pazzini.

CURTALE

Dalle stelle alle stalle

L’andamento del Curtale nelle ultime settimane è stato disastroso, portando la squadra dal podio al penultimo posto, a sole tre lunghezze dal Lupiae che sembrava derelitto. L’infortunio patito a fine novembre da Ribery unito alle delusioni Douglas Costa (poi fortunatamente sbolognato) e Bonaventura ha letteralmente cassato le ambizioni arancioblu, costringendo Dario Brindisino a una massiccia opera di ristrutturazione dell’organico. Certo, non sono arrivati pezzi grossi eccezion fatta per Cutrone il cui appeal all’asta rischia però di risultare superiore alla effettiva resa sul campo. I blocchi Spal, Bologna e Sassuolo dovrebbero garantire i voti necessari a non giocare più in inferiorità numerica. Si ma… la qualità?

ACQUISTI: Tomiyasu (d, Domingo), Tomovic (d, 3), Locatelli (c, Wailers), Magnanelli (c, Pigna), Obiang (c, Pigna), Deiola (c, 1), Thorsby (c, 82), Cutrone (a, 733)

CESSIONI: De Ligt (d, Domingo, 149), Bremer (d, Terlizzi), D.Costa (c, Wailers, 250), Missiroli (c, Pigna), Jankto (c, Pigna, 84), Tabanelli (c, 0), Bertolacci (c, 1), Salcedo (a, Domingo)

MLD RIMASTI: 183

LA DICHIARAZIONE: “Siamo in una situazione di classifica che non ci aspettavamo, ma nulla è compromesso. Attendiamo il rientro di Ribery, intanto proviamo a risalire qualche posizione. Dobbiamo credere nella qualificazione Champions”.

L’11 tipo: Cragno, TOMIYASU, Colley, Vicari; Kulusevski, Locatelli, Petriccione, DEIOLA, THORSBY; CUTRONE, Dzeko.

3-5-2 Olsen, Bonifazi, Bani, Denswill, OBIANG, Bonaventura, Magnanelli, Kalinic, Di Carmine.

LUPIAE

Brindisino non è Schettino

No, non si può dire che Luca Brindisino abbia recuperato il senno perduto a novembre (ricorderete la follia Bastoni), ma allo stesso modo sarebbe scorretto affermare che il patron salentino sia un capitano che abbandona la nave che affonda. Anzi, a dispetto della posizione in classifica indecente ha resistito a tutti gli assalti ricevuti per i suoi big (da Perin a Insigne, da Kolarov a Spinazzola), financo a quelli per Zaniolo fino alla sera prima che si infortunasse, salvo poi essere schernito per questo con poca, pochissima signorilità. L’infortunio del fuoriclasse italiano è solo la ciliegina di pus sulla torta di sterco che i tifosi verdeazzurri sono costretti ad assaporare in un anno in cui tra tutti i legni l’unica cosa dorata che potranno portarsi a casa sarà indiscutibilmente l’oscar della sfortuna. Alla luce di tutto ciò i sette acquisti messi a segno dalla dirigenza leccese appaiono del tutto irrilevanti e, anzi, sono da registrare i fallimenti delle operazioni Danilo, Dimarco e Pjaca, tutte per vari motivi spiaggiatesi malamente. Il colpo di coda poteva essere lo scambio di minus tra Paquetà e Bernardeschi con lo Star18, ma da Calimera è arrivato uno stanco no.

ACQUISTI: Samir (d, Amici), Bereszinski (d, 2), Badelj (c, Mojito, 21), Sturaro (c, 100), Grassi (c, 4), Millico (a, 3), Favilli (a, 3)

CESSIONI: Danilo (d, Amici, 60), Dimarco (d, 1), Shakhov (c, Terlizzi), Zaniolo (c, 17), Brugman (c, 4), Pussetto (a, 0), Pjaca (a, 0)

MLD RIMASTI: 164

LA DICHIARAZIONE: “Dispiace per Niccolò, perdiamo un bravo ragazzo prima che un ottimo calciatore”.

L’11 tipo: Strakosha, Bastoni, Calderoni, Kolarov; Hernani, Majer, Pulgar, Nainggolan; Berardi, Insigne, Torregrossa.

Perin, Spinazzola, Aina, Depaoli, STURARO, Paquetà, GRASSI, Cassata, MILLICO.

10 pensieri riguardo “Il Punto di Torgio: speciale mercato di riparazione invernale

  • 14 febbraio 2020 in 23:04
    Permalink

    Analisi attenta di Torgio che rivela tanti interessanti particolari su fatti, vicende e persone, nell’incertezza speriamo di non finire in gironi peggiori di quelli in cui galleggiamo al momento. In alto e’ lotta aperta e senza esclusione di colpi, anche se tutte le carucce sono state ormai sparate, e piu’che le arguzie, saranno i deretani a determinare le sorti delle 3-4 pretendenti al trono da qui alla volata finale.

  • 15 febbraio 2020 in 09:34
    Permalink

    Una dichiarazione, che era poi incitamento uscita Torgio, c’era…ma va beh, il tempo passa e i colori pure
    Hahahahahahaha

    Bella TG

  • 15 febbraio 2020 in 10:22
    Permalink

    Un Giosatti al veleno per giunta simpatizzante Terlizzi, non si può sentire.. il giudizio premiante per un presidente che per salvarsi da ipotetiche scalate altrui si abbassa i pantaloni e mostra il posteriore alla mercé di un Mojito squalo fendente e di un Curtale quantomeno rinomato per la sua spietatezza, ci da l’impressione che la stampa prediliga i deboli e chi non ha onore ritrattando le strette di mano .. ma si sa, gli audaci sono scomodi, gli irriverenti non hanno molti amici, figuriamoci giornalisti a favore…
    sminuire la cattiveria agonistico-mercatale dei Wailers è stato per noi un colpo al cuore.. ma ci sta, la stampa a volte vede ciò che appare e non ciò che è… l’operazione Boga-Leao, come detto, era nel cassetto da settembre ed è venuta fuori forse nel momento peggiore… ma questo è calcio… lasciare partire Leao è stata per noi una scelta sofferta, ragionata in 15 scottanti minuti di silenzio e contrazione, di analisi e statistiche, nel torpore di una giornata altamente alterante..
    Su Duglas invece è piombata la scure Terlizzese , l’unica compagine che vive di sventure altrui: ‘vedrai che si rompe’ le parole di Memola che il tutti i modi il neo gioiello dei Wailers ha cercato di stigmatizzare in due partite da titolare… ma per noi è solo un appetizer, uno ‘sfizio’ come quando prima del pranzo si assapora la tartina burro salmone e caviale accompagnata da bollicine piemontesi..
    Non avevamo nulla da perdere quest’anno quindi abbiamo agito sul mercato senza particolari remore, rischiando nomi importanti con tutti i pericoli del caso..
    Abbiamo ancora tante, troppe scommesse per giudicare il nostro mercato e si spera che col passare del tempo diventino certezze…
    Parliamo di Igor, Soumaoro, Tonelli, Iago da cui ci si aspetta grandi cose.. e la lista si allunga, da Romagna a Sema, da Djuricic a Rebic passando per un Locatelli forse troppo bistrattato ma necessario per arrivare al top che tanto volevamo.
    Peraltro del passaggio da compagine risicata ad imbarazzo della scelta non si fa menzione, ma anche questo è per noi un messaggio mento di grande soddisfazione.. il mercato ci ha regalato la possibilità di scegliere tra moduli e giocatori, variando a secondo le esigenze e le partite..
    ‘geni della truffa‘ è un appellativo che ci va stretto, ma vedremo se il tempo ci darà ragione, ridimensionando quella ‘truffa’ attribuitaci troppo allegramente..
    ora testa al campionato per l’obiettivo salvezza mentre la coppa rimane ancora un sogno proibito..

  • 15 febbraio 2020 in 10:35
    Permalink

    Quando la volpe non arriva all’uva… Boga leao da settembre è una balla colossale.. Non ti crede nessuno, sei tu che hai perso di credibilità, non noi

  • 15 febbraio 2020 in 10:49
    Permalink

    ‘La ‘parola’ del Terlizzi’ di Paolo Franzani:

    Leggera
    ti libri nell’aria.
    Voluttuosa
    ti insinui
    t’appoggi
    delicata carezza su alberi spogli.
    Staccata da sicuro calore
    ricerchi un cuore vitale
    La brezza ti coglie
    lontano ti spinge
    il fiato ti toglie.
    Fa freddo da sola
    un tepore
    un raggio
    un bacio
    in ogni sussurro lo cerchi.
    Piuma al vento sei

  • 15 febbraio 2020 in 10:55
    Permalink

    AzZ oh, pure intellettuale sto wailers, chi l avrebbe mai detto. Ma nel commento hai detto che sei venuto da me a chiedere consiglio su Douglas? Che dici lo faccio lo scambio? Un presidente vincente come lei che chiede un parere ad perdente come me, che caduta di stile. Poi, quando ho espresso il mio parere contrario, per motivi fisici del giocatore, hai fatto l esatto opposto, e poi vai dicendo in giro che io porto sfiga. Ormai i tuoi commenti mi fanno il solletico. E non ti crede più nessuno

  • 15 febbraio 2020 in 11:02
    Permalink

    Comunicato ufficiale Torgio Giosatti

    Come alcuni di voi avranno notato non è un caso che la mia firma non sia stata apposta a pedice di questo articolo.
    Trovo sconsiderato che una testata storica come la Piazzetta possa capitolare di fronte a presunte esigenze di mercato pubblicando un articolo senza formattazione e praticamente illeggibile. Non si comprende la necessità di dover andare in stampa in fretta e furia dal momento che la notizia si riferiva a fatti avvenuti quasi 20 giorni fa ormai: un giorno in più un giorno in meno non fa differenza alcuna, mentre un articolo ben formattato fa la differenza tra una buona testata e un cassonetto dell’immondizia.
    Pretendo pertanto che venga subito licenziato l’autore di questo scempio che rimarrà a futura memoria di come non debba andare in stampa un giornale.
    Finché la qualità avrà la meglio sulla quantità il sottoscritto continuerà ad aver piacere a firmare ciò che redige, in caso contrario si limiterà a svolgere professionalmente il proprio compito rispettando il contratto e la categoria ma conservando autentica la dignità.

    Torgio Giosatti

  • 15 febbraio 2020 in 11:13
    Permalink

    Risposta ufficiale de La Piazzetta dello Sport

    “Le brutte intenzioni, la maleducazione la tua brutta figura di ieri sera, la tua ingratitudine, la tua arroganza, fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa. Certo il disordine è una forma d’arte, ma tu sai solo coltivare invidia, ringrazia il cielo che sei su questo palco, rispetta chi ti ci ha portato dentro. Questo sono io…
    Ma che succede?”

  • 15 febbraio 2020 in 16:55
    Permalink

    Incredibile signori, accade quello che non ti aspetti… qualcuno ha usato il nome di Torgio per elogiare il Terlizzi e denigrare il Flipper.. Torgio siamo con te!! Sapevamo che c’era qualcosa di strano

  • 17 febbraio 2020 in 10:31
    Permalink

    x WAILERS: come al solito non avete capito una minchia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

sextube