Festa finale 2020, quando i nodi vengono al pettine

Colleghi Presidenti,
marzo si avvicina ed è quindi tempo di sbrogliare la consueta e intricata matassa organizzativa sul tema FESTA FINALE. A voi lo scenario:

 

  •  25 gennaio 2020 – Unica proposta per location festa pervenuta dal collega Luca Brindisino (commentano 11 franchigie su 16)
    Post Le Rasse

 

  • 2 febbraio 2020 – Breve e intenso scambio di opinioni live, in quel di Lecce, sul da farsi circa proposta Luca, assenza di alternative, ipotetico salvagente ‘Corato’e in generale sul nodo ‘Alternanza Festa-Asta’ Green (presenti Lupiae, Curtale, Cusci, Domingo, Acab, Labbari, Mojito)

 

  • 19 febbraio 2020 – Unica alternativa Corato ufficialmente fuori concorso, Tederly Hills non sarà disponibile. Inoltre, altamente probabile impossibilità di bloccare Le Rasse per varie ragioni tra cui: tempistica, assenza info. prezzi collegata a dubbi su adesioni, necessità e richieste ipotetici partecipanti.

 

Stando così le cose, come si suol dire, tutti i nodi vengono al pettine. La Serie A Green è chiamata ad esprimersi e in generale a ragionare sui possibili scenari e/o risvolti ludici della ‘mancata’ Festa Finale. Ogni spunto di riflessione, proposta alternativa (Airbnb, parenti, amici?) o orientamento posato e maturo sulla Festa Finale e, perché no, su come organizzarsi per il futuro (alternanza, ASTA INIZIALE AL SUD) è ben accetto.

Esprimiamo le nostre idee, posizioni o quantomeno palesiamo tranquillamente il nostro disinteresse.

5 pensieri riguardo “Festa finale 2020, quando i nodi vengono al pettine

  • 19 febbraio 2020 in 22:12
    Permalink

    1) Non si può sentire quel posto dove siamo già stati ad Otranto e tornarci? Non era male e il prezzo mi sembrava anche abbordabile.

    2) Si potrebbe pensare di “occupare” un parco a Roma o in Puglia e i vari presidenti si organizzano autonomamente per gli alloggi, magari confidando nell’ospitalità dei residenti a seconda del posto in cui si fa la festa.

  • 19 febbraio 2020 in 22:23
    Permalink

    Nel ribadire orientamento generale su tema Festa Finale come da commento a proposta Le Rasse…

    http://www.serieagreen.it/festa-finale-2020-proposta-le-rasse-pg/#comment-70132

    …mi rendo conto della difficoltà, del sottoscritto in primis, di aderire senza se e senza ma con così largo anticipo a soluzioni ‘condivise’ che necessitano di info. budget (personalmente lo scoglio più arduo), disponibilità date e ragionamenti su ferie e famiglia. Ciò detto è altrettanto sacrosanto, dal mio punto di vista, palesare interesse (suppongo adoperandosi nella ricerca di alternative) e perché no disinteresse (chiarendo subito che ci sia festa o meno cambia poco) sul tema ‘caposaldo Festa Finale’. Così come è ovvio che la soluzione Corato non debba ergersi ogni santa stagione a salvagente da dare per scontato.

    Per cui, il Domingo proverà a breve a ricercare alternative percorribili, magari su Airbnb, e in caso non dovesse esserci soluzione mio malgrado credo già da ora di orientarmi su assenza alla Festa Finale convogliando le energie e le risorse all’auspicabile Asta Iniziale al Sud come da principio di Alternanza tanto decantato e poco messo in pratica.

    Sto tuned.

  • 20 febbraio 2020 in 10:42
    Permalink

    Ringrazio Marcello per la sintesi e per aver riportato in auge la questione.

    C’è ad oggi il rischio concreto che si crei una sorta di “anno zero”, senza Festa Finale.
    Il che porterebbe a due conseguenze: o stare un anno senza festa diventa una ferita per tutti, come uno scudetto non assegnato, e da lì in poi tutti si sbattono per trovare posti, alternative, fissare le date, dare massima disponibilità e priorità alla cosa, fare insomma tutto il possibile non solo per esserci ma per facilitare l’organizzazione;
    oppure l’anno zero diventa un precedente, come per le regole, in base al quale da quel momento in poi non fare la festa diventerà una possibilità come le altre, vissuta in maniera leggera: se si fa bene e se no fa niente, si riprova l’anno venturo, forse.

    Mi rendo conto di essere molto (troppo, dai lo ammetto) rigido per quanto riguarda lo schema della Festa Finale. Probabilmente così come l’abbiamo concepita negli ultimi anni non è più fattibile. Ho cercato di introdurre l’idea di una festa allargata per cercare di risolvere una delle tante criticità che si ponevano, ma se ne pongono ovviamente delle altre.
    Leggo di alternative “una botta e via”, “ognun per sé”, “tu di qua, io di là, lui in tenda, il cane a cuccia” ma a sto punto organizziamo un pranzo a metà strada in Basilicata e poi ognuno se ne torna a casa sua. Ed ecco ricadere nella mia rigidità. Il fatto è che la festa così io non me la riesco proprio a immaginare: troppe cose da cerimoniare, troppi momenti che si perdono, molta estemporaneità e poca ritualità.

    Ma il fatto che io non la riesca a immaginare così non significa che non si debba fare diversamente, che non possa uscire ugualmente bella e divertente. Per me l’ideale è una sorta di Decameron, due notti fuori dalla città, dai problemi, dal lavoro, da tutto in cui essere solo il Presidente del Lupiae. Al massimo – e ben volentieri – Torgio Giosatti. Possibilmente con la mia famiglia, perché se c’è da ridere, scherzare, divertirsi e, perché no, ubriacarsi, io li vorrei sempre accanto anche nelle mie fantavesti, che in un modo o nell’altro comunque sopportano durante l’anno. Un po’ come se fosse una gita scolastica da grandi, in cui però si può ritornare bambini.
    Ma è un ideale di festa in cui comprendo di essere sempre più solo e che non incontra le esigenze della Serieagreen nel 2020. Ne prendo atto (concedetemi solo un po’ di tristezza) e accetterò di buon grado le soluzioni che via via emergeranno, cercando di adattare i miei cazzo di schemi mentali alla situazione e con essi anche un po’ del cerimoniale fin dove sarà possibile farlo.

    Vi voglio bene come se foste normali. Mi auguro sempre possiate fare altrettanto.

  • 20 febbraio 2020 in 11:37
    Permalink

    Ragazzi non scherziamo coi sentimenti! Mi è bastato un anno per non riuscire a fare a meno della festa finale, non rubate i miei sogni!

    Come detto da Vito si potrebbe chiedere a quel posto ad Otranto dove c’è stata la prima festa allargata oppure il piano B di Tedone, abbiamo le alternative e il tempo per organizzarci, non azzardatevi a fare gli Schettino!

  • 26 febbraio 2020 in 12:01
    Permalink

    l’anno zero dobbiamo evitarlo in tutti i modi; io conscio di essere l’unico a cui piace il concetto di incontrarsi a metà strada (con la pecca di considerare solo 2 punti focali come Roma e Lecce) ripropongo una cosa semplice ma che so non piacere a Luca in primis: per la festa finale basterebbe scegliere Luogo e Data, dopo di che si sta insieme per 2 giorni e mezzo senza dormire insieme. in questo modo ognuno è libero si spendere quanto vuole, dormire con chi vuole, portarsi chi vuole…l’unico obiettivo sarebbe stare insieme per più di 2 giorni alla luce del sole e a cena. Ma si supererebbe l’ostacolo grande delle tante ore di viaggio (ogni luogo a metà strada per essere considerato tale dovrebbe essere a max 4h di macchina dalla 2 sedi, ed essendo in un paese fantastico come l’Italia abbiamo abbondanza di scelta per fortuna). E così si potrebbero convogliare gli sforzi per il cerimoniale, senza che uno o pochi pensino alle sistemazione di tutti (ognuno è chiamato a cercarsi la soluzione per dormire piu adatta alle proprie esigenze e capacità di spesa).
    semplice, facile, sicuro…..l’unica cosa che sto dando per scontato è la capacità di AUTO Organizzazione. ma data l’età è una cosa che non metto in dubbio.
    Basterebbe proporre diversi posti raggiungibili (mi viene in mente il Gargano, Vasto per citare un posto sul mare, il parco del Cilento etc..), votare e poi ci vediamo lì (di questi tempi con Air BnB non c’è più il problema di dove andare a dormire, un posto si trova sempre).
    Ma senza festa finale no, cioè come faccio senza vedervi per un anno? (all’asta siamo presi da altro ammettiamolo). Quindi male che vada e prende quota l’opzione parco a Roma metto a disposizione tutta casa (circa 6 posti letto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine

sextube