9′ Giornata

ALAIMO 6,5 Il mister siciliano dà fiducia al poppante Nastasic e non dubita delle qualità di Danilo, confermandolo al centro della difesa nonostante si trovi di fronte un seppur appannato Pazzini. Giovinco sfodera una prestazione degna del suo nome, e l’Akragas porta a casa altri 3 punti fondamentali per la lotta Scudetto. LARGO AI GIOVANI

MANGIA 6 La sua Inter affronta l’Udinese di capitan Di Natale e Totò pensa bene di sbagliare un rigore, pensando di far felice Flipper. Ed invece il mister di Serrano, ancora alle prese con la creazione del nuovo account WordPress, non la prende per niente bene, perchè proprio l’errore dal dischetto del suo attaccante costa ai verdi mimetici una brutta battuta d’arresto. DI NATALE INTERISTA

BARBARO 5,5 L’intera rosa risulta sufficiente, tranne il portiere Andujar e il bomber Matri, e lui a chi ha affidato la fascia? Proprio al fidanzato della velina di Striscia! Incredibile! Certo, la Juve giocava contro il Cesena in casa, ma perchè non continuare ad avere fiducia di Thiago Silva o Migliaccio? CON IL LANTERNINO

BARTOLOMUCCI 5 Gli dice veramente male: Peluso si fa male dopo soli 5 minuti di gioco e la sua squadra rimane in 10. Ma Bonucci dov’è? Non basta un buon Ledesma, perchè l’attacco latita. Cissè sembra ormai un corpo estraneo, Bergessio sembra essersi bloccato: si compra? IL PELUSO NELL’UOVO

LORUSSO 4,5 Butta via un fantastico pareggio prima affidando la fascia ad Almiron piuttosto che ad un orologio svizzero come Lichtsteiner o all’uruguaiano Cavani, poi schiera nel tridente nientepopodimeno che El Diablo Granoche, opposto ad una difesa laziale in formissima: perchè non dare fiducia a Pandev, apparso scatenato nel recupero settimanale contro la Juventus? Perchè? Ma soprattutto, perchè? . SCIAGURATO

BRINDISINO L. 6,5 Solito prestito del fine settimana per raggranellare milioni utili per il bilancio continuativo, solita fascia affidata a Barzagli quando la Juve gioca in casa, ma questa volta la chicca è la conferma di Muriel in attacco nonostante l’attaccante colombiano giochi contro la difesa napoletana. Risultato: 4 gol in trasferta, vittorioso nonostante tutto e tutti. APOTEOSI

SIMONETTI 4,5 Il sottoscritto non riesce ancora a capire per quale motivo il Simonetti non affidi la fascia di capitano ad Arturo Vidal, visto lo splendido periodo di forma che il cileno sta attraversando. Domenica poi giocava contro il Cesena, avessi detto il Barcellona… O magari a Lulic, perchè no? Ed invece Marcello continua a rischiare ogni domenica, sperando nella rinascita di Pazzini e dell’Inter. Non sarebbe meglio farli prima rinascere? Incomprensibile Balzaretti in panchina, addirittura dopo Tomovic. CAPA TOSTA

SERGI 6 La formazione del Delinquere era praticamente obbligata, le uniche scelte riguardavano la fascia di capitano e la collocazione di Pinzi. Domenico decide di confermare come leader Ibrahimovic e di relegare in panchina il romano. Nessun grosso problema, 3 gol in trasferta e la classifica incomincia a sorridere, forse… ATTENTO

TEDONE 6,5 La situazione del Labbari era da bollino rosso, e Marco lo capisce immediatamente: prende in prestito un difensore e un centrocampista, in modo da poter schierare 11 uomini in campo, poi affida la fascia di vice ad Aquilani, che si rivelerà fondamentale per il pareggio contro la capolista Acab. Un ottimo punto per ripartire. PRENDO TUTTO IO

GALLICCHIO 6 La formazione è quella giusta, il capitano anche, ma purtroppo questa volta la porta è stregata, e il nostro neolaureato deve accontentarsi di un punticino per festeggiare l’incoronazione con l’alloro. Auguri! DOTTORE DOTTORE DOTTORE DEL BUCIO DEL CUL, VAFFANCUL VAFFANCUL

PATRUNO 6 Perde una partita per colpa di Pato, che non entra neanche in campo a Genova. Non ha nessuna colpa, ha anzi il merito di riuscire a piazzare un Kaladze da cartellino rosso come prestito. Si rifarà. ALLA PROSSIMA

LINCIANO 6 Undici uomini contati contati consentono alla squadra di mister Linciano di espugnare Andria, risalendo parzialmente in classifica. Lavezzi nelle vesti di capitano sembra ormai un “must”, ed insieme a Jovetic tiene a galla la squadra. A TUTTO POCHO

MEMOLA 5,5 Il suo pupillo Ranocchia gli fa perdere un punto che sarebbe stato utilissimo per muovere la classifica. Forse avrebbe potuto valutare meglio il momento dell’Inter e virare su Hernanes come capitano, per il resto la formazione era obbligata, servirebbe qualche altro giocatore per poter fare una pagella più decente. IL PRINCIPE RANOCCHIA?

BRINDISINO D. 7 Si rende conto che il prestito in difesa è necessario e quindi piazza prima Bradley al Labbari, per poi prendere Cesar dal Lupiae, affinchè il flusso di cassa sia pari a 0. Ma i veri colpi di genio sono quelli di schierare un centrocampo a 4, lasciando in panchina tutti gli interisti, compreso J.Zanetti, affidandosi ai colombiani Cuadrado, nonostante il Napoli, e Armero, e puntare tutto sul tridente, soprattutto su Tommaso Rocchi, che lo ricambia con una doppietta. EINSTEIN

TARANTINO 4,5 Non si può preparare così bene la formazione il venerdì pomeriggio, rendendosi conto della necessità di un prestito in difesa, e poi dimenticarsi di assegnare la fascia di capitano. Il fatto che Marchetti non abbia subito gol è un puro caso, vista la traversa di Giorgi al novantesimo, e se inoltre Maggiore si fosse ricordato di essere Maggiore, saremmo qui a parlare di un’altra partita MARCHETTA

MAGGIORE 2 E’ veramente uno scandalo: uno dei mister con più esperienza della Serie A Green non può dimenticarsi la fascia di capitano, non può schierare in campo uno squalificato (Natali, ndr), non può chiedere un prestito, tra l’altro fondamentale, e poi non usufruirne. Non me lo dovevi fare Maggiore, non me lo dovevi fare! SCANDALOUS

0 pensieri riguardo “9′ Giornata

  • 7 Dicembre 2011 in 03:21
    Permalink

    Concordo pienamente con la scelta della frase CAPATOSTA per descrivere il momento attuale dell’allenatore domenghino. Qualche precisazione, però:

    1)E’ facile sentenziare sui capitani scelti dopo le partite … mettere Vidal al posto del Pazzoide sarebbe stato sicuramente più logico e affidabile, ma se il numero 7 segnava il rigore staremo qui a parlare di altre frasi, tipo AUDACE! La chance, almeno, l’ho fiutata infatti è stato proprio Pazzini ad andare a calciare ed io me lo sentivo che avrebbe avuto possibilità di fare il +3 contro l’Udinese, poi è andata come sappiamo.

    2)Su Balzaretti il ragionamento è stato questo: sta sempre prendendo voti di merda e il suo momento di forma è pessimo. Il Palermo vince sempre solo in casa e a Parma si ritroverà contro un velocista in formissima come Biabiany (altro sette infatti). Ecco spiegato il motivo dell’esclusione. Non potete darmi torto perchè anche LadyOscar ha preso una sfilza di 4,5 e 5 nelle partite scorse. Era lo stesso se primo o secondo panchinaro.

    3)Vogliamo parlare di S.Silva poi? L’ho spesso schierato nel tridente, perchè ci vedo potenzialità. Anche se non segnava, fino al rigore IMPRONOSTICABILE, era sempre stato nel vivo del gioco viola, se schierato. L’infortunio di Destro mi ha fatto optare per le due punte e il risultato è stata l’ulteriore beffa del +3 in panchina.

    4)Qualsiasi cosa avessi fatto, schierando la migliore formazione possibile, avrei perso ugualmente visto che quest’anno ho affrontato un solo avversario che è andatao sotto i 70 punti. Per la cronaca: 68,5 di Amici alla 7′ giornata. Il resto lo dicono i numeri. 23 gol subiti (2,5 a partita) e una spaventosa media avversaria di 73,89!!!
    Ancora per la cronaca, ho vinto le mie ultime due gare (forse le uniche) facendo 3 gol e subendone 2, il che significa che per vincere devo STRAVINCERE con tutte le scelte azzeccate. Ditemi quale squadra potrebbe non retrocedere con questo andazzo!

    Io non retrocedo ed essere CAPATOSTA contro tutto e tutti pagherà alla fine!
    le ultime parole famose 🙂

    Grandi le pagelle al di là di tutte le precisazioni! Le aspettavo con ansia Darietto!!!

  • 7 Dicembre 2011 in 13:50
    Permalink

    non me lo dovevi fare maggiore nn me lo dovevi fare……ahahahahahahahahahahahaha

  • 7 Dicembre 2011 in 14:38
    Permalink

    Luno Bronghi risponde ad ogni punto:

    1) Il difficile momento dell’Inter e lo straordinario periodo di forma della Juventus consigliavano sicuramente di lasciar perdere Pazzini, giocatore che, come Gilardino, se non segna la palla la vede poco o nulla! Se proprio il Simonetti non voleva affidare la fascia ad una zebraccia, poteva prendere in considerazione Lulic, in ottima farma. Ma Pazzini… è proprio da Tafazzi!

    2) Balzaretti contro Biabiany o Tomovic contro Lavezzi e Cavani? Mi sembra che la scelta fosse ovvia, se non come titolare, almeno come primo panchinaro!

    3) Su Santiago Silva non ho nulla da obiettare, anche il sottoscritto avrebbe schierato Pazzini e Milito

    4) Le pagelle vengono scritte indipendentemente dall’avversario e dal risultato, basta vedere il 4,5 di Tarantino… Ricordo che l’anno scorso un certo Curtale parti malissimo, anche a causa dei punteggi avversari, e poi si riprese nel girone di ritorno.

    Non mollare Marcello, credi in te stesso, e vedrai che il futuro ti sorriderà! Magari nella stagione 2012/2013, ma ti sorriderà! (Sembra la risposta di uno di Cioè o di Novella 2000!)

  • 7 Dicembre 2011 in 14:45
    Permalink

    MITICO DARIO!!!! uhauahuahuahauhauahuah! 🙂

  • 7 Dicembre 2011 in 16:31
    Permalink

    Basta, non ce la faccio piu’, questo campionato si sta trasformando in un incubo, serve LA SVOLTA!

    MM

  • 7 Dicembre 2011 in 18:38
    Permalink

    devo ammettere che non meritavo la sufficienza stavolta… l’annebbiamento per la latitanza a centrocampo mi ha portato a non curare a dovere la fase difensiva, e se è vero che bonucci era dato facile panchinaro fino a venerdì, è altrettanto vero che una bestemmia per non averlo schierato almeno al posto di mantovani me la sono tirata
    amicidmo

  • 7 Dicembre 2011 in 18:51
    Permalink

    Bonucciiiiiiiiiiiiiiiiii? Luno Bronghi cambia subito il voto, Bonucci se l’era proprio perso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.